Così recentemente tante persone sono state partecipi del calvario del Papa. Hanno riconosciuto in lui la sofferenza, la battaglia di una persona non qualsiasi, di un uomo nato in un altro paese e diventato un personaggio mondiale che ha scritto una pagina importante della storia. Anche lui come tanti, ha vissuto la sofferenza della solitudine, la perdita della madre da bambino e di tanti amici nella guerra. La sua scelta di vita gli ha fatto subire un attentato che ha portato con sé quanti altri guai. Tutta questa sofferenza che portava con sé si era materializzata nel suo corpo e lui la mostrava in pubblico. Un coraggioso uomo che si è rifiutato di dimettersi in anticipo e di sottrarsi all’attenzione dei media, così obbligandoci a condividere la sua sofferenza, nel bene e nel male, fino alla fine. Per tanti sarà pure diventato uno spettacolo fastidioso e tanti giornalisti si saranno leccati i baffi facendo i filosofi, ma per tanti di noi è stato anche un risveglio, un richiamo al mistero della vita e della morte. Abbiamo ritrovato concime per la nostra crescita interiore. Abbiamo assistito a un funerale da brividi che ha riacceso la luce sul significato della vita. Questo evento ha stimolato in tanti una riflessione sulla vita.

Ma le notizie passano in fretta e la sofferenza che non dà spettacolo viene presto evitata perché già fuori moda. Qui non la vogliamo più vedere. La spostiamo nel terzo mondo dove ci sono continue guerre, dove la gente muore per la fame e la sete e per malattie infettive che basterebbe un po’ d’igiene per debellarle. Per vedere le ultime espressioni italiane di rispetto della sofferenza dobbiamo andare nelle piccole cappelle di campagna dove i contadini vengono a pregare e piangere i loro dispiaceri. Fa tenerezza vederli in questa loro devozione, tanto in contrasto con le riviste patinate tappezzate di belle donne sexy che con mezzi bikini corrono nei parchi insieme ai loro bei cagnolini di razza.


«« Pagina precedente

Pagina successiva »»


 

Novità

Vai alla news

Corso Meridiani Trieste 2015-2016

da novembre 2015 a maggio 2016 Vai alla news



Vai alla news

Corso Professionale Iokai Shiatsu

a Milano, Trieste, Legnano, Catania, in Trentino Alto Adige Vai alla news