Nella nostra semplice quotidianità troviamo il Ki nel dojo, il prana sul tappetino dello Yoga, lo Spirito Santo nella chiesa, luoghi dove prendiamo coscienza di una Forza superiore. Ancora non sappiamo realmente spiegarla, ma la capiamo meglio quando cerchiamo di immaginare che non ci sia. Come farebbe allora ad esistere la vita? Riflettere in prima persona sulla Forza e sui suoi significati è un’opportunità per tutti, che non contrasta con nessun credo. Forse nello shiatsu la pratica sui meridiani può essere proprio questo, vedere come circola il Ki nei canali. Oltre ad essere una buona pratica di sostegno nelle sofferenze umane, può dimostrarsi un buon esercizio di avvicinamento alla Forza che può essere così assaporata, percepita, intuita. A noi la libertà di accoglierla e seguirla, di far uso di uno strumento valido per avvicinarci alla Verità, senza dogmi, frutto unicamente della nostra pratica personale. Così la vita viene studiata tramite il tatto, viene sviluppata una maggiore sensibilità verso la spiritualità.
L’esperienza del Ki in questo senso rivaluta la vita in tutti i suoi aspetti, fa crescere l’interesse e la solidarietà verso la natura, il miracolo di cui facciamo parte. Accresce la consapevolezza dell’appartenenza, della bellezza del nostro pianeta, dell’essere un niente davanti all’intero universo.


«« Pagina precedente


 

Novità

Vai alla news

Corso Meridiani Trieste 2015-2016

da novembre 2015 a maggio 2016 Vai alla news



Vai alla news

Corso Professionale Iokai Shiatsu

a Milano, Trieste, Legnano, Catania, in Trentino Alto Adige Vai alla news